Scegliere di realizzare un impianto fotovoltaico integrato, sia per un’azienda sia per un privato, potrebbe essere una buona idea anche alla luce degli incentivi presenti all’interno del Nuovo Conto Energia. 

Infatti, il legislatore si è posto apertamente il problema di favorire la diffusione di questo genere di impianti, visto che grazie ad essi si può ottenere una buona soluzione per ciò che concerne la problematica del mantenimento dei profili architettonici degli edifici.

D’altro canto, sfruttare quelle superfici degli edifici che non verrebbero altrimenti utilizzate non può che rappresentare una scelta utile e consapevole, oltre che a basso impatto per l’ambiente. I vantaggi sono molteplici ed includono, oltre al risparmio in bolletta, anche la diminuzione di emissione di Co2. 

Di recente, poi, la Commissione Europea ha presentato un interessante studio nel quale si evidenzia come la superficie dei tetti con orientamento Sud, Est o Ovest sia pari a 370 milioni di metri quadri, e quella delle facciate aggiunge altri 200 milioni di metri quadri al totale.

A coprire tutti questi spazi, si potrebbero raggiungere facilmente 85 mila milioni di KWh in un anno: una quantità davvero impressionante, pari a quella che consumano 20 milioni di famiglie negli stessi 365 giorni di produzione.