La ricerca è stata portata avanti da parte di scienziati texani e la sperimentazione, almeno allo stadio attuale, ne parla come di un’idea che potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione nel settore del fotovoltaico.

Grazie a delle antenne speciali si riesce a catturare la luce a raggi infrarossi, trasformando quest’ultima in energia.

Il futuro, dunque, spinge sempre più per soluzioni energetiche legate a tecnologie rinnovabili e non certo a combustibili fossili o al nucleare. I raggi infrarossi sono, in effetti, molto difficili da catturare con qualunque genere di applicazioni al silicio.

Tuttavia, un terzo della luce che arriva dal Sole è a infrarossi e non riuscire a sfruttarla significa non riuscire ad ottimizzare tanta potenza energetica.

Per questo motivo è particolarmente importante la scoperta effettuata da parte dei ricercatori texani.

Se le sperimentazioni sul campo dovessero rivelarsi promettenti come sulla carta, allora avremmo un nuovo modello da applicare per catturare la luce del sole e ricavarne energia.

Per superare le difficoltà di immagazzinamento della luce a infrarossi è stata pertanto inventata una nano antenna che dovrebbe riuscire a raccogliere le onde ottiche, concentrando la luce in ingresso, convertendola poi in una corrente di elettroni, allo stesso modo di quanto avviene con un fotodiodo classico.